La banda ultralarga di Estracom sbarca a Calenzano

Potranno collegarsi oltre 6mila abitazioni e più di mille aziende

19 novembre 2020

Si concludono a fine mese i lavori di Estracom per la rete ultraveloce, installata sia in zona residenziale che industriale nel capoluogo e a Settimello.
“Questo progetto è partito prima della pandemia – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini -, quando ancora non era così evidente e diffusa la necessità di una tecnologia all’avanguardia, capace di supportare un utilizzo massivo della rete, come poi è avvenuto durante il lockdown con lo smartworking e la didattica a distanza.”
La rete è realizzata in modalità Fiber To The Home (FTTH), letteralmente “fibra fino a casa”. L’intera tratta dalla centrale all’abitazione del cliente è infatti in fibra ottica. Una rete “a prova di futuro”, in grado di supportare tutte le potenzialità delle nuove tecnologie che arriveranno nei prossimi anni.
“Grazie alla collaborazione con Estracom – ha concluso il Sindaco - riusciamo a fornire un servizio di eccellenza ai cittadini e alle imprese, garantendo la loro competitività nel mercato globale, della zona più urbanizzata, contando che arrivino presto finanziamenti statali per rispondere anche a quelle zone considerate ‘a fallimento di mercato’, ossia Carraia, Legri e Le Croci. In queste frazioni è comunque è presente il servizio ADSL e l’Amministrazione ha chiesto a Telecom un incremento delle postazioni disponibili, per garantire l’accesso a tutti gli utenti.”
Il progetto riguarda:
• la copertura di 6228 Unità abitative
• la copertura di 1123 Utenze business
• la posa di circa 50 km di infrastruttura di cui più del 60% è stata realizzata grazie al riutilizzo di cavidotti e infrastrutture di rete esistenti, evitando nuovi scavi;
• velocità di connessione fino a 1 Gigabit/sec assicurando così perfomance elevate, maggiore affidabilità di connessione e maggiore efficienza rispetto alle tecnologie tradizionali in rame.
“Estracom da tempo non si occupa solo di portare le infrastrutture nei territori – ha spiegato Fabio Niccolai direttore generale di Estracom - per noi è fondamentale dialogare con chi amministra per poter creare dei progetti che grazie alla tecnologia Fiber to the home, altamente performante, possono rispondere a esigenze mirate”.
Paolo Abati direttore generale di Estra ha ribadito l'importanza del rapporto tra la multiutility e i territori di riferimento: "Estra è un’azienda solida e dinamica ma non ha mai perso di vista le sue origini. E questo è anche il valore aggiunto per le nostre comunità di riferimento. La fibra è un esempio: siamo stati tra i primi ad investire nel cablaggio e grazie a questo oggi molti Comuni come Calenzano possono usufruire di servizi digitali innovativi".

Contatti Stampa