Argomento: Estra SpA

Estra e MiMoto lanciano a Firenze il servizio di scooter sharing elettrico

Già attivo Milano, Torino e Genova, promuove la mobilità sostenibile e Made in Italy

12 novembre 2020

Arriva a Firenze MiMoto, il primo scooter sharing elettrico Made in Italy, già attivo nelle città di Milano, Torino e Genova, che porterà la sua filosofia di mobilità sostenibile in città, in partnership strategica con Estra, azienda leader nel Centro Italia nel settore della distribuzione e vendita di gas naturale, attivo nella vendita di energia elettrica, nonché nelle telecomunicazioni, nella progettazione e gestione di servizi energetici e nella produzione di energia da fonti rinnovabili.
Estra da tempo è attiva nella mobilità sostenibile con l’installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici, con la vendita, nei propri store, di bici e scooter elettrici e con un parco automezzi aziendale di oltre 290 veicoli di ultima generazione che garantiscono sicurezza e minori emissioni.
L’obiettivo principale e comune di MiMoto e Estra è proporre un nuovo stile di vita basato su rispetto per l’ambiente, energia rinnovabile, sicurezza stradale, condivisione responsabile ed efficienza: il servizio faciliterà gli spostamenti delle persone in città con particolare attenzione all’ambiente e con una user-experience semplice e alla portata di tutti.
A poco più di tre anni dal primo eScooter in strada, pioniere di questa tipologia di servizio in Italia, MiMoto ha partecipato a far entrare lo scooter sharing nel paniere Istat, a testimonianza di come abbia contribuito a cambiare usi e abitudini degli italiani, migliorandone sensibilmente la qualità di vita.

Con una flotta iniziale di 50 eScooter destinata a crescere dalla prossima primavera, il servizio garantirà un’offerta:

· Ecosostenibile al 100%, con mezzi full-electric

· Easy-to-use, grazie ad un mezzo di soli 80 kg, leggero, sicuro, facile da guidare e progettato in Italia;

· Efficiente perché riduce drasticamente i tempi di viaggio, facendo risparmiare tempo all’utente.

· Economica con tariffe automatiche per tutte le tasche e con la logica di “Più Noleggi, Meno Paghi”

Ogni scooter MiMoto è omologato per due passeggeri e ha in dotazione nel bauletto due caschi di misure diverse dotati di profumatori igienizzanti, cuffiette igieniche usa e getta e uno spray per caschi sanificante per garantirne la sicurezza.
Inoltre, il servizio è free floating, ovvero senza vincoli di parcheggio o di stazioni di ricarica e senza chiavi: localizzato l’eScooter più vicino tramite App, disponibile per i principali App Store, si prenota, si parte e una volta terminato il noleggio si lascia il mezzo in qualunque punto consentito dal codice della strada all’interno dell’area coperta dal servizio, che comprende il centro del Comune di Firenze, oltre alle zone di San Niccolò, Bellosguardo, Romito, Novoli e Rifredi. Come in tutte le città in cui è attivo il servizio, l’area operativa inziale è un “work in progress” e sarà adattata e modificata alle esigenze dei cittadini. Tuttavia, tale perimetro non deve essere inteso come un limite insuperabile, ma solo un confine entro cui rilasciare il noleggio.
L’esperienza pregressa nelle altre città in cui è attivo il servizio MiMoto ci dimostra come il maggior utilizzo dello scooter sharing si ha nelle ore di punta per raggiungere il luogo di lavoro evitando traffico o difficoltà di parcheggio, così come nel weekend, si ha nella fascia oraria pomeridiana, segno che MiMoto unisce i vantaggi propri di un servizio di sharing alla possibilità di svago e divertimento offerto da un mezzo leggero, maneggevole e spassoso da guidare.
“Il Gruppo Estra – afferma Francesco Macrì, presidente di Estra – è impegnato a promuovere le pratiche sostenibili in numerosi contesti del proprio agire. L’elenco delle attività del Gruppo che contribuiscono maggiormente al raggiungimento dei Sustainable Development Goals (SDGs), indicati dalle Nazioni Unite, mette in luce quanto le azioni del Gruppo incrocino molti dei 17 Goal, a testimonianza di quanto le aziende possano incidere sul loro raggiungimento. In particolare, alcuni Goal sono molto collegati alle nostre attività: lotta al cambiamento climatico, consumo e produzione responsabile, energia pulita e accessibile, città e comunità sostenibili, innovazione e infrastrutture, lavoro dignitoso e crescita economica. L’accordo con MiMoto testimonia la coerenza di Estra e anche la volontà di reagire alle conseguenze sociali ed economiche dell’emergenza sanitaria, contribuendo alla ripresa.”
“L’accordo con MiMoto è l’ultimo atto – dichiara Paolo Abati, direttore generale di Estra – dell’impegno del nostro Gruppo per la mobilità sostenibile. Impegno che si sostanzia nell’installazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche, nella vendita, presso i nostri store, di e-bike e nell’attenzione che dedichiamo alla sostenibilità del nostro parco automezzi composto da oltre 300 veicoli di cui il 65% rientra nella classe Euro 6 e il 24,8% nella classe Euro 5.”
“In questo momento storico decisamente particolare, aprire il servizio in un nuovo territorio è per noi motivo di grande orgoglio. – affermano i tre founders Alessandro Vincenti, Gianluca Iorio e Vittorio Muratore – A causa dell’emergenza sanitaria in corso, il servizio di scooter sharing MiMoto è diventato strategico per gli spostamenti in città, dando un grande contributo al cittadino e ponendosi come braccio armato dell’amministrazione comunale. Miriamo alla disincentivazione del mezzo privato migliorando la mobilità locale, rispettando l’ambiente. Un’inversione di paradigma essenziale in questo periodo di forte cambiamento. Anche in questo nuovo territorio, come di consueto, lavoreremo in maniera costante per migliorare sempre più il servizio attraverso un contatto costante e diretto con il cittadino e con la nostra preziosa community di eRiders”.

Contatti Stampa